Richiedere le visure camerali online con la firma digitale

La firma digitale è una carta, oppure una chiavetta USB, con i dati personali per l’autenticazione. Attraverso questo strumento, le persone fisiche (il dispositivo non è a disposizione delle aziende) possono richiedere direttamente sul sito del Registro delle Imprese le visure camerali online, senza inutili file alla Camera di Commercio.

Le visure camerali richieste con la firma digitale hanno lo stesso valore di quelle ricevute allo sportello, con diversi vantaggi: oltre alle visure camerali, qualsiasi documento inviato o richiesto dalla Pubblica Amministrazione può essere firmato e convalidato attraverso il sistema informatico.

La firma digitale non contiene un solo file: per utilizzarla, il proprietario dovrà inserire un codice PIN. Per questo, la firma non può essere salvata sul PC e usata all’occorrenza: senza autenticazione non sarà possibile utilizzarla per richiedere le visure camerali o documenti simili.

I centri per ottenere la firma digitale sono diversi: gli enti autorizzati sono presenti in un apposito elenco. Si tratta di una sicurezza in più per chi ha necessità di una firma digitale per consultare le visure camerali online o per validare contratti di lavoro con la Pubblica Amministrazione.

Se da un lato la rivoluzione digitale è riuscita a ridurre sensibilmente i tempi di richiesta dei documenti, dall’altro il software per usare la firma digitale è compatibile con tutti i browser: versatilità ed efficacia, che trasformano la richiesta delle visure camerali da un’impresa a un click.

La firma digitale è particolarmente consigliata per gli avvocati, che non possono materialmente recarsi nelle sedi di tutti gli enti pubblici per consultare i documenti riferiti al singolo cliente. Visionare le visure camerali, oppure richiedere i documenti depositati in Tribunale, diventa così semplice e veloce, riducendo così i tempi di attesa della giustizia (per quanto possibile).

La firma digitale è disponibile per i sistemi operativi più comuni e per informazioni è stato creato lo Sportello Servizi Telematici. Qui il libero professionista potrà saperne di più sulle procedure per richiedere visure camerali aggiornate o per convalidare eventuali certificazioni richieste nei rapporti con enti pubblici e privati.

Un salto di qualità in più dovuto alle Camere di Commercio, ma anche da chi, stanco di aspettare per ottenere le visure camerali richieste, ha deciso di portarsi il lavoro a casa.

Comments

comments

Written by