Lavoro Lazio: conferenza a gennaio

Tracciare un bilancio delle politiche attuate in materia di lavoro dalla Regione Lazio in cinque anni, per contrastare la crisi economica e far ripartire l’economia regionale. Questo l’obiettivo della ‘Conferenza regionale sull’occupazione’, presentata oggi nella sede della Regione dal vicepresidente, Esterino Montino, e dall’assessore al Lavoro, Alessandra Tibaldi, e che si terrà a Roma, nello Spazio Etoile, il 26, 27 e 28 gennaio prossimi.

“In questo periodo – ha detto il vicepresidente Montino – anche per via della crisi, stanno cambiando il processo produttivo e la nostra economia, anche se c’è da dire che il Lazio ha resistito meglio di altri a questa congiuntura, e alcuni settori, come il terziario, sono cresciuti. In questi mesi, la Regione – ha aggiunto – ha fatto tanto sui temi del lavoro, con tantissimi provvedimenti, che vanno dall’assistenza a chi perde il posto di lavoro agli incentivi per le assunzioni. E questi sono programmi già esistenti, con bandi in corso e provvedimenti che abbiamo fatto, non che vogliamo fare in futuro”.

E di quanto è stato fatto dalla Regione per l’occupazione si parlerà in occasione della Conferenza regionale, che verrà anticipata nelle prossime settimane da appuntamenti provinciali propedeutici (il 15 dicembre a Rieti; il 17 a Viterbo; il 18 a Frosinone; il 20 e 21 a Roma; il 12 gennaio a Latina).


La Conferenza regionale baserà la discussione, con diverse tavole rotonde, su sei temi guida: ‘I nuovi esclusi dal mercato del lavoro: gestione del precariato, transizione nel mercato del lavoro, politiche di reddito’; ‘Immigrazione: ruolo attivo nel sistema produttivo e seconde generazioni’; ‘Nuovi modelli di organizzazione e qualità del lavoro: come le donne cambiano il lavoro e come si investe in qualità’; ‘Sviluppo del territorio: sistema impresa e ruolo delle banche e fondazioni bancarie’; ‘Servizi del lavoro e sviluppo del sistema informativo’; ‘Ammortizzatori e politiche attive: un nuovo sistema di welfare’.

La discussione è stata, secondo Alessandra Tibaldi, al centro dell’attività dell’assessorato per contrastare in questi anni la crisi e stimolare l’occupazione.
“Il confronto con i sindacati e le associazioni datoriali – ha detto Tibaldi – è stato, in questi anni lo strumento di orientamento e di costruzione delle politiche per il lavoro. E le cose fatte sono state tante, visto che abbiamo provato a tenere insieme il sostegno al reddito e la creazione di nuovi posti di lavoro. Il tutto – ha aggiunto – usando prevalentemente risorse europee, in minima parte regionali, e nazionali. Ce li siamo fatti bastare, facendo delle scelte con le parti sociali”. E la Conferenza regionale, secondo Tibaldi, sarà l’occasione giusta per tirare le somme: “Presenteremo – ha sottolineato – il rendiconto, i numeri di quello che è stato fatto per l’occupazione, con bandi e programmi ‘veri’, attuati. Da ultimo, tra 15 giorni, avremo un bando di quasi 20 milioni di euro per la stabilizzazione di precari da parte delle aziende”. Per Tibaldi, l’appuntamento di fine gennaio sarà anche l’occasione per “indicare il percorso di quello che ci piacerebbe continuare a fare, anche in futuro”. “L’occupazione – ha concluso – può rappresentare un nuovo ‘inizio’ per la Regione”.


Comments

comments

Written by